ARTE E CULTURA

 

In perfetta coerenza con l’originalità della storia è anche la filosofia della comunicazione che si è creata negli anni attorno al nome di Fasol Menin. Una strategia basata sul modello di “cantina aperta” delle aziende vitivinicole australiane e californiane ma che in questo caso ha nell’arte il proprio emblema e la propria affascinante attrattiva.

 
 

Gli appuntamenti in cantina sono veri e propri incontri con la cultura del territorio a volte frutto della ricerca di talenti altre volte momento di esibizione di personaggi affermatissimi e molto amati dal pubblico. Quel che è certo è che sempre sono grandi il piacere, l’emozione, l’arricchimento culturale. Vari i generi: mostre d’arte, concerti e recitazioni, spettacoli ed incontri letterari la cui intensità è interrotta da piacevoli intervalli in cui al pubblico sono offerti calici di fresco Prosecco Superiore. Vino ed arte, arte collinare. Diversi e in questo caso complementari momenti di piacere e di cultura.

 
 

Un connubio che vediamo trionfare dalle coloratissime etichette dei 5 prodotti Fasol Menin tratte dalle opere del maestro Roberto Bertazzon, che con la sua personalità artistica inconfondibile è stato compagno di avventura di Silvana e Massimo fin dall’inizio. Egli è infatti il creatore dello stesso simbolo del camaleonte tratto da un quadro che il maestro aveva regalato all’intraprendente coppia.